Cor de Jesús Ibiza

60290981_10157704022004162_15624786080169984_n

A pochi km da Ibiza c’è un luogo sconosciuto ai più, una piccola collina sulla quale sorge una imponente statua, che ricorda molto il Cristo Redentore di Rio de Janeiro. Ci ero sempre stato di notte, ma questa volta ho deciso di salire di giorno a fare qualche foto e devo dire che è un posto meraviglioso, una piccola oasi di pace con una vista mozzafiato sulla città, il mare e Formentera. La storia di questa statua è alquanto curiosa.

Ai tempi della guerra civile spagnola, precisamente nel 1936, i membri della chiesa furono perseguitati dai republicani, tanto che ne furono uccisi ben 36 sull’isola. L’arcivescovo di Ibiza, Antonio Cardona Riera, usò quindi uno stratagemma per sfuggire alla furia delle truppe: uscì dalla Cattedrale travestito da payesa (contadina) e scese giù in città, attraversò il Pla de Vila fino a Puig d’en Vals e trovò rifugio sulla collina di Puig de Na Ribas.

Qui i vicini lo nascosero per vari giorni, persino nel pozzo. Quando le acque si calmarono, l’arcivescovo fece costruire l’obelisco per ringraziare i contadini che lo avevano salvato. Il luogo si intitola ufficialmente «cor de Jesús» anche se viene conosciuto con il nome di Montecristo, che non ha nessun legame con il famoso romanzo ma è semplicemente dovuto al fatto che fu il nome che diedero a tutta la zona, dominata appunto dal Cristo sul Monte.

Davide Traversa

 

Canal d’en Martí Ibiza

60030144_10157692746254162_4015827209540337664_n

Una delle zone che avevo sempre lasciato indietro nelle mie esplorazioni perchè la ritenevo priva di grande interesse, è quella di Pou d’es Lleo. E mi sbagliavo di grosso. In quanto ho scoperto essere una zona piena di misteri, leggende e anche protagonista di fatti recenti.
Inizio oggi a parlarvi di quello che è il mistero più «famoso», quello del Canal d’en Martí.

Continua a leggere “Canal d’en Martí Ibiza”

Il giorno che James Brown cantò al Ku di Ibiza

58978459_10157666881314162_4070190079484624896_n

Tra le tante star che nelle passate decadi hanno suonato a Ibiza, trova sicuramente un posto d’onore il re del Soul, James Brown, la cui performance si svolse al Ku di San Rafael (attuale Privilege)
Un curioso aneddoto a riguardo lo racconta Carlos Martorell, poliedrico personaggio, forse il miglior organizzatore di eventi che l’isola abbia mai conosciuto…

Continua a leggere “Il giorno che James Brown cantò al Ku di Ibiza”

Playa de ses Dones Ibiza

Nonostante il nome, Playa de ses Dones, sembri indicare tutto il contrario, questa lingua di sabbia dorata che si affaccia su acque cristalline, è uno degli angoli segreti più amati dalla comunità gay ibizenca.

56659889_10157603068789162_1004592635786035200_n

Uno spray sulla roccia avvisa:«playa nudista». Salutate l’hippy che vive nella grotta al principio della discesa e occhio a dove mettete i piedi, che volar giù è un attimo.

Con un paio di bracciate potete salire sull’isolotto in fronte (Es Britjot) ed esercitarvi coi tuffi. Figueretas e Playa d’en Bossa sono lì a due passi, ma sembrano così lontane da questo angolo di paradiso che, almeno per un paio d’ore, ve ne potete dimenticare… Portatevi un paio di birre fresche e godetevi il buen rollito ibizenco…

Davide Traversa

 

Ibiza Hippies e altre storie

56723911_10157600778629162_6947569411888775168_n

«Il bar Vista Alegre di San Joan é conosciuto da sempre come Can Tirurit e fu il centro della vita quotidiana degli hippies. Fu inoltre il primo luogo di incontri buddisti dell’intera Spagna. Da li passarono personaggi del calibro di Lanza del Vasto e altri divulgatori dei culti orientali. Organizzarono, sotto la direzione di tre lama tibetani, una riunione di dieci giorni in un accampamento al bordo del mare, alla quale predero parte centoventi persone. Una cinquantina di essi si convertirono al buddismo e viaggiarono in India e Nepal ricevendo iniziazioni dai guru.

Continua a leggere “Ibiza Hippies e altre storie”

La Tor d’en Vals o Torre des Campanitx Ibiza

56328672_10157595398664162_1844414374588973056_n

Tra le torri costruite tra il XVII e XVIII secolo per far fronte alle frequenti invasioni dei pirati, la Tor d’en Vals o Torre des Campanitx è tra le più sconosciute. Cosa alquanto strana perché si trova in un contesto naturale di rara bellezza, vicino alla spiaggia di Pou d’es Lleo e in fronte all’isola di Tagomago.

Continua a leggere “La Tor d’en Vals o Torre des Campanitx Ibiza”

Plaza de Toros a Ibiza

Tradizione spagnola molto discussa, la corrida era ai tempi presente anche a Ibiza.

55726309_10157579182164162_3050202060411633664_n

La «Plaza de Toros» si trovava nella parte di Eivissa dove attualmente si trova l’Hotel Royal Plaza. Costruita nei primi anni ’60 e distrutta a metà anni ’80, non ebbe mai un grande successo, gli ibizenchi non erano grandi amanti del cruento spettacolo.

Quello che invece è rimasto leggendario, fu l’uso dell’arena per concerti, tra i quali il più famoso è sicuramente quello di Bob Marley del 1978. Il parco pubblico che oggi si trova al posto dell’anfiteatro, porta proprio il suo nome.
Fonte foto: Cosas que pasan en Ibiza

Davide Traversa

Le spiagge del conte e le isole di Ponente Ibiza

54385163_10157546714919162_8729975986415730688_n

Ibiza, anno 1235. La isla sta per essere conquistata dalla corona spagnola. Il re Jaume I incarica della conquista 3 grandi condottieri, tra cui Nunó Sanç, conosciuto come il Conte Rosselló. Alla fine della epica battaglia contro gli arabi, il Conte ottiene tutta la zona che va dal Cap Nunó (la collina sul mare dalla forma particolare appena dopo Cala Salada, visibile da tutta la Baia di San Antonio) fino alle…spiagge del conte.

Continua a leggere “Le spiagge del conte e le isole di Ponente Ibiza”