Lo spirito del flâneur

Passeggiare è una delle mie attività preferite in assoluto. C’è che medita, chi fa yoga, chi osserva il mare, io cammino. Una sorta di meditazione dove mi lascio trascinare dal flusso dell’ambiente circostante che mi guida facendomi scoprire nuovi punti di vista i quali mi portano ad intuizioni e pensieri.

Anni fa ero a Parigi per qualche giorno di vacanza. 

Mi trovavo a girovagare senza meta nei pressi del Centre Pompidou quando, senza pensarci troppo, ho imboccato una stradina secondaria. Ad un certo punto mi sono trovato in una piazza che mi sembrava familiare, troppo. Ho avuto una sensazione di intimità con quel luogo come se lo avessi percorso migliaia di volte. Peccato che fosse la prima volta che mi trovavo lì o almeno in questa vita. 

Flâneur è una parola francese, coniata dal poeta Charles Baudelaire, che indica la persona che vaga per le vie cittadine, senza fretta, sperimentando e provando emozioni nell’osservare il paesaggio.

Sintonizzarsi con il flusso della città e scoprire nuovi angoli, particolari e visioni di insieme.

Nella mia concezione il flâneur arricchisce la sua esperienza quando riesce a percepire lo spirito dell’ambiente urbano in cui si trova e ne sente le suggestioni.

L’ideale sarebbe fare i primi esperimenti uscendo in solitudine senza darsi mete, orari, aspettative.

Iniziate a passeggiare con calma, godetevi il clima del momento in una giornata primaverile come in una serata fredda di nebbia. 

Volgete lo sguardo prima di fronte a voi, poi a terra e in aria.

Quando qualcosa colpisce i vostri sensi e il vostro spirito non esitate a esplorare, scoprire. 

Cercate di percorrere itinerari che non conoscete, spingetevi verso la periferia, camminate per il centro entrando in nuove prospettive.

E’ un esercizio piacevole, sano ed economico.

Personalmente nelle mie passeggiate da flâneur porto sempre con me il mio cane e capita che a volte sia lui che mi guida.

Il mio primo libro è nato grazie a una di queste passeggiate quando avvolto dalla nebbia il mattone a vista del muro di un palazzo in pieno centro storico mi ha svelato un frammento dello spirito della città.

Pubblicato da Gian Luca Marino scrittore

Gian Luca Marino scrittore, giornalista specializzato in storie misteriose e viaggi alla scoperta di itinerari insoliti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: