Tony Pike leggenda di Ibiza

52736391_10157488996179162_6002370298291159040_n

La notizia nel febbraio 2019 della morte di Tony Pike, leggenda di Ibiza e proprietario dell’hotel che porta il suo nome. Vi riporto questa descrizione del Pike’s e di Tony, dalla rivista «Ibiza – La gran Guía de la isla» del 1988.

Pike’s è una meravigliosa finca che comprende hotel e ristorante e che durante molti anni fu considerato come il luogo segreto numero uno. Solo pochi conoscevano questo covo di famosi situato su una collina alberata alle spalle di San Antonio nella quale continuamente e in un ambiente “senza preoccupazioni” si potevano trovare le ragazze più belle.
Oggi il tempo dei consigli segreti è terminato e Pike’s è sulla bocca di tutti. L’hotel ristorante sempre appare nelle prime pagine dei giornali soprattutto quando Julio Iglesias o qualche altro ricco affitta interamente l’hotel. Lo slogan è “in considerazione dei nostri clienti, l’hotel si riserva il diritto di non ammettere bambini” [fu quindi pioniere anche dell’Adult Only].
Per due anni la coppia Lynn e Tony Pikes si sono occupati di restaurare l’antica casa di campagna Can Pep Toniet. Fu il luogo d’incontro durante secoli dei contadini per la spremitura delle olive. Oggi invece è un parco giochi per Vip. Pikes ha cambiato inoltre immagine negli ultimi tempi, per ricevere un volto più asiatico, al quale ha contribuito Tony, cosmopolita e viaggiatore del mondo, con i suoi ricordi e il suo apporto. Lavorò anche come direttore di cinema.
Tony, grande donnaiolo, del quale si dice che abbia avuto più esperienze con il sesso femminile che la maggior parte dei maestri di surf dell’isola, disse ad un’intervista a “Panorama”: “a Ibiza non c’è prostituzione, le ragazze sono disposte a tutto, anche senza soldi”.

1934-2019 R.I.P.

Il 41° compleanno di Freddie Mercury al Pike’s

Nel 1987, Freddie Mercury ha celebrato il suo 41° compleanno al Pike’s, alcuni mesi dopo aver scoperto di aver contratto l’Aids. Freddie e Tony erano molto amici.
La festa si tenne il 5 settembre del 1987 ed è stata da molti descritta come “il più incredibile esempio di eccessi che l’isola abbia mai visto” e “il più suntuoso party che Pike’s abbia mai ospitato”.
La “guest list” comprendeva più di 500 persone, che arrivarono poi a 700, tra i quali: Julio Iglesias, Grace Jones, Jean Claude Van Damme, Kylie Minogue, Nigel Benn, Anthony Quinn, Bon Jovi, Boy George, Five Star, Tony Curtis, Robert Plant, Naomi Campbell e gli Spandau Ballet.
Una delle caratteristiche del party furono le migliaia di palloncini neri e dorati; lo staff impiegò 3 giorni solo per gonfiarli. Inoltre fu allestito un grande spettacolo pirotecnico finale che fu visto persino dalle coste di Maiorca.
Si aprirono 350 bottiglie di Moet&Chandon e si preparò una torta dalla forma della Sagrada Famiglia di Gauidì. Purtroppo però la torta collassò prima della festa e furono costretti a farne una nuova, di due metri di lunghezza, con le parole della canzone “Barcelona”, interpretata da Freddie e Monserrat Caballet.
Quando Tony presentò il conto a Jim Beach, il manager di Freddie, tra le altre cose figuravano 232 bicchieri rotti.

52733486_10157496061459162_3895922996925169664_n

Tony nella sua biografia racconta che un giorno Freddie gli chiese:
«Tony, come mai questa stanza si chiama Julio?
«Perché è dedicata a Julio Iglesias»
«E dov’è la mia stanza allora?» gli chiese divertito Freddie
«Tu continua a cantare così e avrai la tua stanza» gli rispose sorridendo Tony.

Oggi la Freddie’s Room é la stanza più famosa del Pike’s e ogni 5 di settembre si festeggia ancora il suo compleanno, con una festa dove è fondamentale portare il suo celebre baffo.

Davide Traversa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...