La spiaggia scomparsa Ibiza

57303357_10157611471624162_6007347800315002880_n

L’ampliazione del porto di attracco delle grandi navi da crociera ( la zona che rimane prima del faro di Botafoch) ha richiesto grandi opere anni fa e ha portato alla scomparsa di una spiaggia che portava con se una curiosa leggenda. Si chiamava «La playa de los duros».


Il «duro» era il nome che veniva dato comunemente alla peseta spagnola (ancora oggi si usa l’espressione «no tengo un duro» per dire che non sia ha una lira).
La leggenda che dà il nome a questa spiaggia, affonda le radici ai tempi dei pirati e dei corsari, quando i saccheggi e le scorribande imperversavano in acque ibizenche. Un galeone carico dei più preziosi gioielli fu attaccato e affondato nelle vicinanze di questa spiaggia. Capitava così che quando il mare era in burrasca, venivano ritrovati sulla spiaggia anelli e monete d’oro.
Oggi quella spiaggia purtroppo non esiste più. E con lei anche i suoi tesori.
Quello che invece merita una visita è la cima di s’illa Plana, la collina al finale del molo artificiale, dalla quale si ha una vista fantastica (foto sotto) e nella quale si può ancora vedere una batteria antiaerea dove i cannoni iniziarono a sparare il 24 agosto 1937, in piena Guerra Civile Spagnola.

Davide Traversa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...