Elliot O’Donnel il principe dei Cacciatori di Fantasmi

43406034_2258423134388605_7147927338439671808_o_2258423124388606

Una notte di più di ottant’anni fa, in una antica casa disabitata nei dintorni di Bristol, quattro uomini vegliavano in una stanza. Se ne stavano al buio, in silenzio. La quiete era assoluta, a parte i soliti rumori delle vecchie case naturalmente.

Una quinta persona era appostata fuori dalla stanza, sul pianerottolo in cima alle scale. Non faceva parte della squadra, era un amico aggregatosi per spirito d’avventura. Aveva percorso a piedi tutta la strada fin da Bristol, otto miglia nell’umida e nebbiosa brughiera del Somerset e, vinto dalla stanchezza, si era addormentato…

Continua a leggere “Elliot O’Donnel il principe dei Cacciatori di Fantasmi”

Talamanca Ibiza

DSCF1204

Adoro passeggiare sulla spiaggia di Talamanca il mattino presto quando le persone corrono sulla battigia e i primi clienti del Bar Flottante, tra i quali mi annovero anch’io, si godono la colazione sulle sedie adagiate sulla sabbia osservando la calma del mare. E poi mi piace la sera tardi, quando il sole tramonta e le piccole imbarcazioni rientrano mentre si sente nell’aria un aroma di frittura di pesce e paella.

Talamanca è una spiaggia di Eivissa, descritta da tutte le guide come un luogo tranquillo e poco interessato dalla urbanizzazione, ideale per le famiglie, spazioso. Sorge in una baia dalla sabbia splendente e dall’acqua poco profonda, con la possibilità di scegliere tra vari ristoranti dove mangiare pesce fresco in riva al mare…

Continua a leggere “Talamanca Ibiza”

Passeggiate nel mistero

Schermata 2019-05-17 alle 20.03.47

Passeggiare per le vie di una città tra strade, piazze, palazzi, monumenti e luoghi di culto è un’attività piacevole e salutare che stimola lo spirito e tempra il fisico. La stessa cosa vale per i piccoli borghi e per gli itinerari immersi in scenari rurali o naturali.

In ogni luogo, anche quello più insospettabile, si celano storie misteriose e curiose. Alcune sono molto antiche, altre più recenti…

Continua a leggere “Passeggiate nel mistero”

Il senso del Blog

IMG_2667

Ha ancora senso, nell’era dei Social, avere un blog? Ho riflettuto a lungo su questo tema e dopo varie sperimentazioni sono arrivato alle conclusioni che leggerete in questo post arricchito da colui che, a mio parere, è il maggior esperto in Italia di blog e di blogging: Riccado Scandellari alias skande.

Ma prima vi voglio raccontare come ho iniziato a fare blog…

Continua a leggere “Il senso del Blog”

Cor de Jesús Ibiza

60290981_10157704022004162_15624786080169984_n

A pochi km da Ibiza c’è un luogo sconosciuto ai più, una piccola collina sulla quale sorge una imponente statua, che ricorda molto il Cristo Redentore di Rio de Janeiro. Ci ero sempre stato di notte, ma questa volta ho deciso di salire di giorno a fare qualche foto e devo dire che è un posto meraviglioso, una piccola oasi di pace con una vista mozzafiato sulla città, il mare e Formentera. La storia di questa statua è alquanto curiosa.

Ai tempi della guerra civile spagnola, precisamente nel 1936, i membri della chiesa furono perseguitati dai republicani, tanto che ne furono uccisi ben 36 sull’isola. L’arcivescovo di Ibiza, Antonio Cardona Riera, usò quindi uno stratagemma per sfuggire alla furia delle truppe: uscì dalla Cattedrale travestito da payesa (contadina) e scese giù in città, attraversò il Pla de Vila fino a Puig d’en Vals e trovò rifugio sulla collina di Puig de Na Ribas.

Qui i vicini lo nascosero per vari giorni, persino nel pozzo. Quando le acque si calmarono, l’arcivescovo fece costruire l’obelisco per ringraziare i contadini che lo avevano salvato. Il luogo si intitola ufficialmente «cor de Jesús» anche se viene conosciuto con il nome di Montecristo, che non ha nessun legame con il famoso romanzo ma è semplicemente dovuto al fatto che fu il nome che diedero a tutta la zona, dominata appunto dal Cristo sul Monte.

Davide Traversa

 

Festa patronale di San Vittore Corsa dei buoi di Asigliano Vercellese

Asigliano Vercellese è un paese nel cuore della bassa vercellese, territorio di terra e di acqua dove il paesaggio rurale è dominato da distese di risaie che in questo periodo vengono gradualmente allagate.

Da giovedì a domenica ho documentato per immagini le celebrazioni del Patrono, San Vittore, scoprendo un affascinante modo di vivere nel presente antichissime tradizioni.

Continua a leggere “Festa patronale di San Vittore Corsa dei buoi di Asigliano Vercellese”